Guide & formazione Marketing

Come aumentare le visite di un sito web (o blog) con la SEO, consigli pratici

aumentare visite in un sito
Contenuto curato da Massimo Chioni

Se vuoi fare business online hai la necessità di essere trovato facilmente. Maggiore sarà il volume di traffico di utenti interessati ai tuoi prodotti e servizi sul tuo sito web e maggiori possibilità avrai di essere contattato da potenziali clienti, oppure nel caso di siti E-commerce, maggiori saranno le probabilità di concludere una vendita.

Cura la tua immagine

Consigli Seo

Chi ben comincia è già a metà dell'opera!

  • Investi in un nome di dominio
    Cura la tua immagine a partire dal nome di dominio. Il nome di dominio dovrebbe coincidere con il nome del sito, quindi se state lavorando sul sito dell'azienda coinciderà con la ragione sociale, se invece siete dei professionisti coinciderà con il vostro nome e cognome, oppure nel caso di un blog coinciderà con il nome del progetto web. Evitare estensioni strane, meglio puntare su quelle professionali .com, .it oppure .net.
  • Investi in uno spazio web (hosting) professionale
    Assicurati che il tuo sito abbia una buona velocità di caricamento e che sullo stesso server risiedano pochi altri siti con lo stesso indirizzo IP. Inoltre verifica che non ci siano siti spammer o con contenuti non appropriati(sex, hate, ecc…) Chrome da qualche giorno segnala i siti non sicuri, pertanto è meglio acquistare un certificato ssl e attivare la navigazione sicura con il protocollo https.
  • Affidati a un web master professionista
    il sito web deve essere responsivo, cioè deve essere ottimizzato per adattarsi alla navigazione da qualsiasi dispositivo. Il codice deve essere pulito e leggero. Il punteggio restituito dal PageSpeed Insight di Google assumerà sempre più importanza, del resto avere un sito SEO friendly significa anche restituire la migliore user experience.
  • Definisci obiettivi e aree del tuo sito
    Aiuta google a capire come il tuo sito può essere interessante per gli utenti: prima ancora di scrivere contenuti definisci chiaramente gli obiettivi del sito e i canali di navigazione, successivamente stendi testi pertinenti e centrati sui tuoi obiettivi.

Consigli Seo di buon senso

Content is the King

Content is the King

  • Pubblica SOLO contenuti originali - inediti per il web, i contenuti duplicati ti penalizzano.
  • Scrivi contenuti realmente utili e interessanti per gli utenti.
  • Google ama gli approfondimenti, cerca di scrivere contenuti sufficientemente lunghi e corposi.
  • Evita i muri di testo, formatta i contenuti rendendoli ben leggibili con sottotitoli e paragrafi. Inoltre enfatizza il testo evidenziando le parti più importanti con bold e italic, sono apprezzati anche gli elenchi puntati.
  • Pubblica solo contenuti ben scritti a livello semantico e adotta una punteggiatura corretta!

Ottimizzazione SEO delle Immagini

  • Se possibile utilizza immagini originali e inedite per il web.
  • Ottimizza la dimensione delle immagini, mantieni la giusta proporzione tra qualità e compressione (jpg) in modo da avere pagine sufficientemente leggere e veloci da caricare.
  • Il nome del file immagine e la didascalia (alt description) devono essere pertinenti con l'immagine, che a sua volta deve essere pertinente con il contenuto.

Come ottimizzare un contenuto per la SEO

Contenuto SEO

Quando scrivi un contenuto ragiona come Google!

Google premia le pagine web che soddisfano la necessità di formazione e/o informazione di chi ha eseguito una ricerca. Se hai una necessità, una domanda o una curiosità i risultati di ricerca devono essere la risposta.
Lo scopo dell'ottimizzazione SEO di un contenuto è quello di aiutare google a capire che la pagina è la migliore risposta alla ricerca dell'utente.

Pertanto...

Obiettivi e search intent

Search intent

Definisci un obiettivo

  • Prima di stendere il contenuto poniti un obiettivo primario di visibilità che definiremo "CHIAVE MADRE": una parola chiave che gli utenti interessati all'argomento con alta probabilità cercheranno su Google.
  • Inoltre identifica alcune "CHIAVI SECONDARIE": parole chiave correlate alla chiave madre inerenti l'argomento che gli utenti potrebbero cercare su Google. Il SEO identifica queste chiavi con l'appellativo "long tail keywords".
  • Non perdere mai di vista l'intenzione di ricerca dell'utente (search intent) che desideri raggiungere e non dimenticare che non stai scrivendo il contenuto per il motore di ricerca, ma per l'utente!.. il quale magari ha lanciato una "ricerca vocale" da uno smartphone e quindi pretende di avere una risposta alla sua ricerca immediata senza doversi spostare da una pagina all'altra.

Ad esempio la CHIAVE MADRE di questo articolo potrebbe essereaumentare le visite di un sito, mentre le CHIAVI SECONDARIE potrebbero essere le seguenti:
"come aumentare le visite di un sito web"
"aumentare le visite di un sito con la seo"
"consigli seo per aumentare le visite"

A questo punto:

  • Ripeti la CHIAVE MADRE e le CHIAVI SECONDARIE nella pagina web in modo naturale, anche utilizzando sinonimi e senza fare keyword stuffing (non esagerare con le ripetizioni). Distribuisci nel testo, sottotitoli, immagini, meta tag, url...
  • Dedica la giusta attenzione al titolo (H1) del contenuto: il titolo dovrebbe contenere i nostri obiettivi di visibilità, quindi la CHIAVE MADRE e correlazioni delle CHIAVI SECONDARIE.
    Ad esempio un titolo ben strutturato per questo articolo potrebbe essere: “Come aumentare le visite di un sito web con la SEO, consigli pratici”

Meta Tag

I Meta Tag sono visibili al motore di ricerca e contengono informazioni utili a riassumere il contenuto della pagina web: Title, Description, Keywords
Il motore di ricerca (non sempre accade) mostra title e description nei risultati di ricerca, ne consegue che un buon Title e una buona Description possono aumentare il numero di utenti che dai risultati dei motori di ricerca decidono di entrare nella pagina riscontrando in queste informazioni la soluzione alla loro ricerca sul search engine.
Compilare il meta tag "keywords" ha pochissimo valore ai fini SEO, ma può essere utile per tenere un promemoria delle chiavi obiettivo per cui avete ottimizzato la pagina

Consigli per l’ottimizzazione SEO dei meta tag:

  • Title e Description devono contenere correlazioni degli obiettivi di visibilità.
  • Il Title deve essere diverso dal titolo H1 e non dovrebbe eccedere i 60 caratteri.
  • La Description deve contenere un riassunto del contenuto e non dovrebbe eccedere i 160 caratteri.

 

Come curare il tuo profilo link

Profilo link

Cura le tue connessioni

Tra i consigli seo per aumentare le visite del tuo sito web non può mancare: focalizza l'attenzione sul profilo link!

OUTBOUND LINKS (collegamenti in uscita)
Non lincare siti spazzatura di scarsa qualità.
Evita di inserire troppi link DO FOLLOW in uscita dalle singole pagine, cerca di mantenere una densità di link in uscita molto contenuta.
Se devi inserire dei link in una pagina utilizza l’attributo rel=”nofollow”, oppure fallo in modo naturale, evita link su parole chiave.

INTERNAL LINKS (collegamenti interni)
Migliora l'esperienza di navigazione dell'utente inserendo link interni di approfondimento. Attiva i link in modo naturale e direttamente nel testo. In questo modo evidenzi al motore di ricerca quali sono le pagine più interessanti e di approfondimento.

Accresci la tua Autorevolezza

Come Migliorare l'Autorevolezza di un sito web

Migliora la tua Autorevolezza

INBOUND LINKS – SEO OFF PAGE (ricevere link da altri siti verso il proprio sito)
Google preferisce rendere visibili in testi ai risultati i siti autorevoli
. L'autorevolezza si riversa sul vostro blog quando altri siti parlano di voi e dei vostri contenuti e collegano le loro pagine alle vostre con un link. In teoria l'alta qualità
dei contenuti del vostro sito dovrebbe generare link spontanei, in realtà in molti ambiti tematici i link spontanei sono improbabili e sporadici.

l'attività di "link building" è un argomento molto spinoso che meriterebbe un approfondimento importante e forse è una attività che sarebbe meglio demandare ad un professionista SEO in quanto ha molteplici sfaccettature e un alto rischio di penalizzazione.

In linea di principio è buona norma strutturare una strategia di content marketing e ricevere link DO FOLLOW da:

  • siti che hanno argomenti pertinenti con il vostro sito web
  • siti che hanno contenuti di qualità utili per gli utenti
  • Scambiare link reciproci è praticamente inutile ai fini SEO pertanto evita pagine SITI AMICI o similari.

5 Commenti

Lascia un commento