Business

Jack Ma: la storia del creatore di Alibaba

Jack Ma
Contenuto curato da Massimo Chioni

Alibaba è oggi una realtà digitale ed economica affermata e ciò lo si deve al suo creatore, che prende il nome di Jack Ma.

In questo post ripercorreremo le orme del creatore di uno dei colossi dell’e-commerce cinese (e oramai globale) e di come questo imprenditore sia riuscito nell’impresa di creare un brand che da solo oggi vale svariati miliardi di dollari.

Alibaba: gli inizi

Per poter capire il successo di Alibaba dobbiamo tornare indietro nel tempo e fermarci al 1999. In quel periodo Jack Ma fondò il suo brand con un gruppo di altri soci e collaboratori nella Cina che stava cominciando a divenire un colosso economico mondiale, proprio grazie alla sua classe imprenditoriale e al fiuto per gli affari. Per fare questo l’imprenditore, che allora lavorava nel governo cinese come professore di inglese, lasciò il suo lavoro per fondare la sua creatura.

Alibaba fu fondata nella città cinese di Hangzhou e le idee erano chiare già all’inizio:

“I nostri competitor non si trovano in Cina ma in Silicon Valley. Dobbiamo far partire Alibaba come un sito internazionale”, fu una delle affermazioni fatte da Ma ed entrate nella storia come segno del destino.

L’intero modello di business fu fondato sul BTB, ma decise di cominciare dai piccoli imprenditori e non da società già affermate e di grandi dimensioni.

In un’intervista dichiarò infatti (e i fatti gli hanno dato poi ragione):

“Non conosco nessuno che guadagni con le balene (riferito alle imprese di grandi dimensioni), ma ho visto persone guadagnare molti soldi pescando gamberetti (prendendo ispirazione per quella esternazione da uno dei suoi film preferiti Forrest Gump).

Gli anni 2000

Ed ecco spiegato il successo di Alibaba, che già nella primavera del 2000 contava oltre 1.000 nuovi utenti al giorno. Si susseguirono alcune battute a vuoto, come la bolla speculativa che nel 2000 portò molte società a mandare in fumo miliardi di dollari, che fece optare a Ma di rifiutare l’IPO a Wall Street per concentrarsi alla crescita del suo business.

Questa decisione assennata si rivelò vincente: infatti il brand continuò a crescere e sull’onda lunga dei risultati ottenuti da Alibaba, Jack Ma decise di fondare altre società che oggi fanno parte integrante del successo dell’e-commerce, come Taobao e Alipay, quest’ultimo divenuto negli anni il principale mezzo di pagamento digitale utilizzato dalla popolazione cinese, che si sta affermando oggi anche in altri paesi asiatici.

La quotazione in borsa

E giungiamo così al 2014, anno in cui Alibaba decise di compiere il passo di quotarsi alla Borsa di New York. E quando Ma fa qualcosa, il risultato è sempre garantito:  furono infatti raccolti in quell’IPO oltre 25 miliardi di dollari, una delle offerte iniziali di maggior successo nella storia della borsa americana.

Il brand cinese deve tutto il suo successo alla lucida capacità di Ma di prevedere il futuro del business del commercio elettronico in un’epoca in cui ancora non esistevano grandissimi operatori del commercio digitale e non si è fatto per niente abbattere dalla bolla improvvisa scoppiata negli USA, credendo che fosse solo un incidente di passaggio e che nessuno avrebbe potuto fermare l’ascesa del web come fattore importante nella vita delle persone.

Il sito StartUp Magazine, rivista online dedicata al mondo delle startup e delle nuove tecnologie, evidenzia quelle che secondo loro sono stati i motivi del successo di Ma, riepilogandoli in tre concetti:

  • Umiltà: il grande successo non ha minimamente cambiato l’uomo che è rimasto lo stesso, con la medesima visione e fiuto per gli affari;
  • Coraggio: non avere paura del fallimento, che è insito di qualsiasi attività economica e imprenditoriale. Ripartire in caso di fallimento di un’idea di business ha sempre supportato le scelte di Ma;
  • L’essere visionari: anticipare i concorrenti e i cambiamenti del mercato sono stati i suoi principali punti di forza e peraltro questa caratteristica è contenuta anche nel suo nome, quasi come segno del destino: Ma Yun (il suo nome e cognome) significa Cavallo Nuvola che ha le caratteristiche di essere veloce e visionario.

Niente male per colui che oggi all’età di 54 anni ha dichiarato che presto si godrà i frutti del suo successo: “meglio morire sulla spiaggia che in ufficio” è infatti una delle sue frasi più famose.

Lascia un commento