Business

Conto corrente: quale conviene scegliere?

Conto corrente
Contenuto curato da Massimo Chioni

Se si parla di convenienza in relazione al conto corrente è bene sapere, prima di ogni altra cosa, che non esiste una soluzione uguale per tutti. La convenienza, in questo scenario, è legata a tre elementi ben precisi: il profilo dell’utente, le sue esigenze e le operazioni di cui mensilmente usufruisce di più. È in base a questi criteri che viene fatta la scelta migliore.

La realtà finanziaria oggi è sempre più ricca di soluzioni e formule che propongono risposte alle esigenze di ogni tipologia di cliente. Motivo per cui nessuno può più farne a meno.

Per decidere in modo corretto e non trovarsi a dover fare i conti con sorprese poco piacevoli (come spese non preventivate al momento della firma in banca) è importante farsi aiutare da realtà che con esperienza individuino vantaggi e svantaggi di ogni possibile soluzione.

Qualeconto.net offre spunti molto utili, per questo ci siamo rivolti ai loro esperti per avere informazioni più chiare. Ci hanno confermato che è partendo dalla comparazione di numerose formule di conto corrente, sia tradizionali che online, che è possibile fare la scelta migliore. Questa però dipenderà esclusivamente dal rapporto che il potenziale cliente della banca ha con la tecnologia. È chiaro, infatti, che per optare per la soluzione digitale si dovrà conoscere almeno le basi del funzionamento di internet, motivo per cui si tratta di una scelta fatta soprattutto dai giovani.

Elementi da considerare

Come accade per qualsiasi tipo di decisione, anche per quanto riguarda quella del conto corrente ci sono degli elementi indispensabili da considerare. Quali? In primis le caratteristiche, i servizi e il costo del conto. Per conoscerle nel dettaglio è necessario consultare un motore di ricerca che proponga la comparazione di tutte le possibili soluzioni e di tutti i servizi che prevedono. Ci sono alcuni conti, infatti, che limitano il numero di operazioni effettuabili a titolo gratuito mensilmente o annualmente, altri che non solo non prevedono limitazioni ma che propongono anche zero spese. I servizi sono così numerosi e diversi tra loro che sarebbe impossibile elencarli tutti, per questo sono stati ideati i motori di ricerca che molti utenti utilizzano allo scopo di non confondere le numerose proposte che le banche tradizionali e quelle online inseriscono tra le loro offerte.

Cosa sono i comparatori di prezzo

I comparatori di prezzo sono motori di ricerca che permettono di confrontare il costo di un prodotto o di un servizio tra quelli presenti online, ma non solo.

La loro origine risale agli anni 90, quando per la prima volta fecero il loro ingresso negli Stati Uniti per poi abbracciare anche anche l’Europa circa dieci anni dopo.

È importante non confondere questa realtà con i siti di vendita perché qui è possibile soltanto trovare le soluzioni migliori che poi dovremmo attivare nell’e-commerce apposito. Il principio chiaramente vale anche per i conti correnti.

Tra i vantaggi dei numerosi comparatori di prezzo presenti online ci sono:

  • semplicità di ricerca
  • facilità di comparazione delle informazioni
  • risparmio di tempo

 

Lascia un commento

Siamo media partner del Web Marketing Festival!

Acquista il biglietto entro la mezzanotte di venerdì 24 utilizzando il nostro codice sconto: wmf199emed.
Potrai usufruire del prezzo ridotto di €199+iva (anziché €249+iva)