Marketing

Content mktg: vantaggi e benefici del marketing dei contenuti

Content mktg
Contenuto curato da Massimo Chioni

Anche se non sono immediatamente visibili sul breve termine, i benefici che vengono garantiti dal content marketing (di seguito abbreviato con content mktg) sono concreti e di vitale importanza. L'incremento del traffico sui siti web e la crescita della brand awareness sono solo due dei numerosi vantaggi di cui si può usufruire, ma a patto che venga pianificata e messa in atto una strategia dei contenuti mirata e precisa, da seguire attraverso un piano editoriale con costanza e pazienza.

L'aumento del traffico

Uno degli effetti del content mktg è l'aumento del traffico in arrivo verso il sito web che si intende promuovere. Ciò è possibile, per esempio, attraverso la condivisione sui social network dei vari contenuti che vengono pubblicati.  La pubblicazione di contenuti nel blog aziendale e le attività di link building distribuite con il content marketing sono importanti anche in ottica Seo: Google, infatti, prende in considerazione per il posizionamento anche la presenza dei contenuti su Facebook, Twitter, e così via. Ovviamente, è indispensabile che si tratti di contenuti di qualità, vale a dire interessanti per i lettori e validi, anche per indurre chi li leggerà a condividerli a propria volta. Contenuti e Seo sono un binomio vincente anche per valorizzare la reputazione online.

L'importanza della reputazione online

Un altro dei vantaggi che sono correlati all'attuazione di un piano di content mktg è la crescita della brand reputation, la reputazione online. I contenuti permettono, infatti, di interagire con i vari membri della comunità di riferimento. Più i contenuti sono coinvolgenti (il che vuol dire, per esempio, che devono contenere informazioni utili), più i clienti e gli utenti dei social network si sentono motivati a condividerli, a commentarli o a reagire con l'aggiunta di like. I contenuti che vengono postati sui social vivono delle reazioni degli utenti a cui sono destinati: essi svolgono un ruolo di primo piano nel favorire e incrementare la conoscenza del marchio tramite quella che viene definita portata organica. Per accrescere la notorietà di un brand sul web non c'è bisogno di investire in inserzioni e annunci pubblicitari a pagamento. Ma come si fa a ottenere una buona portata organica? Tutto dipende dalla pianificazione e dalla messa a punto di un piano editoriale ben strutturato, che si deve basare sull'offerta di contenuti che possano essere apprezzati dagli utenti.

La brand awareness

La brand awareness, che corrisponde alla consapevolezza del marchio, è destinata ad aumentare se si programma una strategia di content mktg accurata e in linea con le aspettative e le esigenze del marketing di riferimento. La pubblicazione a cadenza regolare di una newsletter è uno degli strumenti a cui si può ricorrere per fare in modo che le persone abbiano la possibilità di conoscere più da vicino i servizi e i prodotti che vengono offerti: essa induce chi la legge a ricordarsi dell'azienda da cui il messaggio proviene, e al tempo stesso garantisce un aggiornamento costante delle novità che vengono proposte.

L'engagement

Quando si parla di engagement si fa riferimento al coinvolgimento della clientela. Nel momento in cui ci si dedica allo studio di una strategia finalizzata alla promozione della propria azienda, ci si deve chiedere per quale motivo una persona dovrebbe preferirla rispetto a un'azienda concorrente. Il content mktg serve anche a sviluppare e ad alimentare il cosiddetto engagement con i vari clienti, i quali vengono invitati a impegnarsi in conversazioni e interazioni dagli effetti positivi. Ma quali sono, in concreto, le azioni che possono essere adottate a questo scopo? Si può pensare di offrire un consiglio o un suggerimento, ma anche di mettere a disposizione una soluzione per un problema. Nel momento in cui viene proposto un supporto o un aiuto, il destinatario di questa proposta è stimolato a rispondere: l'engagement è esattamente questo. Per di più, con l'aumentare del coinvolgimento, il cliente è sempre più motivato a intrattenere rapporti con un marchio, e quindi ad acquistare i suoi servizi e i suoi prodotti.

Distinguersi rispetto ai competitor

Per farsi notare rispetto alla concorrenza il content mktg è fondamentale. Viviamo in un'epoca in cui la maggior parte delle aziende è dotata di un sito Internet (e lo stesso dicasi per i professionisti freelance). Tuttavia quasi sempre le pagine web delle imprese sono misconosciute, o comunque vengono ignorate. Proprio per questo motivo è opportuno individuare un elemento che consenta di differenziarsi rispetto agli altri e di emergere. A tale scopo si può creare, per esempio, un blog, ma solo a condizione che venga curato con costanza e che sia aggiornato in maniera regolare.

La viralità del marchio

La creazione dei contenuti è solo il primo passo di una strategia più ampia ed elaborata. In questo modo gli utenti a cui ci si vuole rivolgere, e che costituiscono l'audience di riferimento, hanno la possibilità di condividere i testi, i video o le immagini che reputano interessanti. Così, il marchio può diventare virale nel corso del tempo e beneficiare di un'espansione della sua portata.

Le mailing list

Una normale landing page con una call to action che inviti chi legge a iscriversi a una mailing list è meno efficace rispetto a un blog, nel senso che quest'ultimo si caratterizza per un tasso di conversione più elevato. Anche l'adozione di podcast può essere molto utile da questo punto di vista: si tratta di uno strumento che è molto diffuso negli Stati Uniti ma che nel corso degli ultimi tempi sta prendendo piede anche nel nostro Paese. In effetti, alimentare i canali di trasmissione è una delle pratiche che è consigliabile adottare nel contesto di un piano di content mktg: dai social media ai blog, dalle newsletter inviate tramite posta elettronica ai podcast, ogni canale che viene sfruttato può arrivare a pubblici diversi.

La lead generation

Nel momento in cui un sito web è in grado di incrementare il traffico di visitatori per effetto di un piano di content mktg, il marchio a cui quel sito fa riferimento è destinato a diventare più popolare, poiché la sua notorietà aumenta. Questo fa sì che si moltiplichino le probabilità e le opportunità di ottenere lead, e che essi a loro volta convertano. Come si può notare, nessun fattore è scollegato rispetto agli altri, ma tutti i punti della strategia sono connessi tra loro. Per creare e mantenere la propria presenza online, il content mktg si conferma essenziale, a prescindere dalle dimensioni dell'azienda che va promossa.

Lascia un commento

Siamo media partner del Web Marketing Festival!

Acquista il biglietto entro la mezzanotte di venerdì 24 utilizzando il nostro codice sconto: wmf199emed.
Potrai usufruire del prezzo ridotto di €199+iva (anziché €249+iva)