Guide & formazione

Come si apre un blog su WordPress

Contenuto curato da Massimo Chioni

Grazie a WordPress, chiunque ha la possibilità di aprire un blog personale o professionale in modo semplice e veloce. Dalla home page del sito è necessario avviare la registrazione e compilare il modulo che viene visualizzato, specificando l'indirizzo che si è interessati ad attribuire al blog, insieme con il nome utente e la password da utilizzare. Una volta selezionata la voce relativa alla lingua italiana, la registrazione può essere completata: così, viene mostrata una scheda in cui è necessario inserire il proprio nome e una descrizione dettagliata. Nel frattempo, all'indirizzo di posta elettronica indicato viene inviato un messaggio che contiene un link per l'attivazione del blog: ciò vuol dire che da questo istante in avanti il blog è effettivamente online, il che significa che si può cominciare a pubblicare articoli o comunque a personalizzarlo come si vuole.

Una soluzione alternativa

Va detto che WordPress.com impone delle limitazioni che potrebbero non essere gradite da tutti: per esempio, non è prevista la possibilità di installare dei plug-in aggiuntivi grazie ai quali le funzionalità del blog potrebbero essere ampliate. Inoltre, ai titolari dei blog viene impedito di guadagnare attraverso l'inserimento di banner pubblicitari. Per ovviare a tutti questi inconvenienti, o più semplicemente per poter contare su margini di libertà più ampi e operare come si ritiene più opportuno, si può comunque realizzare un blog con WordPress, ma comprando a parte uno spazio Internet e installandovi la piattaforma. Per saperne di più, è possibile contattare gli esperti di SOS WP, sempre disponibili a fornire una consulenza su misura a tal proposito.

Per prima cosa, dunque, è indispensabile comprare uno spazio Internet con database mySQL e dominio; dopodiché ci si deve recare sul sito WordPress.org per scaricare WordPress sul proprio computer. Una volta che il download si è concluso, è necessario estrarre il contenuto dell'archivio in formato Zip e poi modificare con un editor di test il file wp-config-sample.php secondo le indicazioni che sono riportate nel file. Conclusa tale operazione, con un client FTP la cartella di WordPress deve essere caricata nella root dello spazio Internet di cui si è diventati proprietari. Manca poco alla nascita del blog: non rimane che collegarsi all'indirizzo nomedelblog/wp-admin/install.php e rispettare le istruzioni riportate dalla procedura guidata, memorizzando - o comunque segnando da qualche parte - il nome utente e la password che vengono proposti.

Due soluzioni, un solo risultato

Sono due, quindi, le strade che si possono percorrere per aprire, personalizzare e gestire un blog con WordPress: il primo è estremamente semplice, anche per chi si intende poco o nulla di computer e informatica, anche se prevede delle limitazioni che potrebbero non risultare gradite a tutti gli utenti; il secondo è più complesso e laborioso, ma è la soluzione più indicata se si ha il desiderio o la necessità di dare vita a un blog realmente personalizzato, costruito su misura nei più piccoli dettagli, con tanto di pubblicità grazie a cui guadagnare e plug-in aggiuntivi.

WordPress: la piattaforma migliore

Quel che è certo è che WordPress è la piattaforma migliore su cui si possa contare per avviare un blog: essa è gratuita e libera, il che vuol dire che è a disposizione di tutti. Chiunque vi può fare affidamento in modo rapido e semplice, scrivendo post e comunicando notizie, impressioni e pensieri.

Lascia un commento

Siamo media partner del Web Marketing Festival!

Acquista il biglietto entro la mezzanotte di venerdì 24 utilizzando il nostro codice sconto: wmf199emed.
Potrai usufruire del prezzo ridotto di €199+iva (anziché €249+iva)